Seguici su
//pagead2.googlesyndication.com/pagead/js/adsbygoogle.js

Guide

[MAME Mac] RetroArch: miglior emulatore per retrogaming

Published

on

In un precedente articolo ho presentato un emulatore per videogiochi degli anni 80-90 usando OpenEmu. Ora vi voglio parlare di un altro emulatore che si presenta come una vera console nella sua veste grafica: Retroarch.

RetroArch è un emulatore, motori di ricerca per giochi e lettore multimediale. Consente di eseguire giochi classici su una vasta gamma di computer e console attraverso la sua interfaccia grafica elegante. Anche le impostazioni sono unificate, quindi la configurazione viene eseguita una volta per tutte. Oltre a questo, puoi eseguire dischi di gioco originali (CD).
La sua interfaccia, che ricorda la console della Playstation, è moderna facile da utilizzare sia con tastiera che joypad. Retroarch è compatibile su sistemi operativi Windows, macOS, Linux. Possiamo s
caricare e installare la versione di RetroArch compatibile con il nostro sistema operativo direttamente da questa pagina.

RetroArch: Lista CORE

Per poter giocare i vari giochi della maggior parte delle console, bisogna caricare nell’emulatore i CORE, il software delle varie console. Ecco la lista:

  • 3D Engine
  • 4DO
  • 2048
  • Atari800
  • Beetle bsnes
  • Beetle Cygne
  • BeetleDC
  • Beetle GBA
  • Beetle Handy
  • Beetle NeoPop
  • Beetle PC-FX
  • Beetle PCE FAST
  • Beetle PSX
  • Beetle PSX HW
  • Beetle Saturn
  • Beetle SGX
  • Beetle VB
  • blueMSX
  • bnes
  • bsnes-mercury Accuracy
  • bsnes-mercury Balanced
  • bsnes-mercury Performance
  • bsnes Accuracy
  • bsnes Balanced
  • bsnes C++98 (v085)
  • bsnes Performance
  • Cannonball
  • Caprice32
  • ChaiLove
  • Citra
  • Citra Canary/Experimental
  • Craft
  • CrocoDS
  • DeSmuME
  • DeSmuME 2015
  • Dinothawr
  • Dolphin
  • DOSBox
  • Dummy Core
  • Dungeon Crawl Stone Soup
  • EasyRPG
  • EightyOne
  • Emux CHIP-8
  • Emux GB
  • Emux NES
  • Emux SMS
  • FB Alpha
  • FB Alpha 2012
  • FB Alpha 2012 CPS-1
  • FB Alpha 2012 CPS-2
  • FB Alpha 2012 CPS-3
  • FB Alpha 2012 Neo Geo
  • FCEUmm
  • FFmpeg
  • fMSX
  • FreeIntv
  • FreeJ2ME
  • Frodo
  • Fuse
  • Gambatte
  • Game Music Emu
  • Gearboy
  • Gearsystem
  • Genesis Plus GX
  • gpSP
  • GW
  • Handy
  • Hatari
  • higan Accuracy
  • Imageviewer
  • Lutro
  • MAME
  • MAME 2000
  • MAME 2003
  • MAME 2003 Midway
  • MAME 2003-Plus – Experimental
  • MAME 2009
  • MAME 2010
  • MAME 2014
  • MAME 2016
  • melonDS
  • Mesen
  • MESS 2014
  • Meteor
  • mGBA
  • mpv
  • Mr.Boom
  • Mupen64Plus
  • Mupen64Plus GLES3
  • Neko Project II
  • Neko Project II Kai
  • Nestopia UE
  • nSide Balanced
  • NXEngine
  • O2EM
  • OpenLara
  • P-UAE
  • ParaLLEl N64
  • PCem
  • PCSX ReARMed
  • PCSX ReARMed [Interpreter]
  • PicoDrive
  • PocketCDG
  • PokeMini
  • PPSSPP
  • PrBoom
  • ProSystem
  • PX68k
  • QuickNES
  • REminiscence
  • RemoteJoy
  • Remote RetroPad
  • SameBoy
  • ScummVM
  • SMS Plus GX
  • Snes9x
  • Snes9x 2002
  • Snes9x 2005
  • Snes9x 2005 Plus
  • Snes9x 2010
  • Stella
  • TempGBA
  • TGB Dual
  • Theodore
  • TIC-80
  • The Powder Toy
  • TyrQuake
  • UME 2014
  • Uzem
  • VBA-M
  • VBA Next
  • vecx
  • VeMUlator
  • VICE C64
  • VICE C128
  • VICE PLUS4
  • VICE VIC20
  • Video Processor
  • Virtual Jaguar
  • XRick
  • Yabause

ROM : Giochi per RetroArch

Dove trovare i giochi? Senza incorrere in violazione del copyrights possiamo trovare i giochi online su alcuni siti per scaricare ROMs, Giochi e ISO per emulatori di vecchie console di cui i detentori del copyright hanno dato l’autorizzazione oppure quelli di cui il copyright è decaduto.

M.A.M.E. ha un archivio gratuito da scaricare e giocare a pieno titolo ROMS arcade. Altri siti dove possiamo trovare una vasta gamma di giochi per console è EMUPARADISE , MAMECHANNEL, COOLROM. Anche RetroArch mette a disposizione alcuni giochi che puoi scaricare dal menu principale cliccando sulla voce Aggiorna Online->Downloader dei Contenuti.

 

Installazione gioco in RetroArch

Dobbiamo scaricare il giusto Core della console che vogliamo emulare e successivamente montare o caricare su RetroArch. Clicca su Carica Core e successivamente su Scarica Core , come ad esempio quello della  Commodore Amiga 500.

Torna alla schermata principale e seleziona la voce Carica Contenuto->Playlists->Scansione della Directory, seleziona il disco e la cartella contenete le ROM dei giochi, quindi clicca su Effettua scansione di questa directory.

Una volta conclusa la scansione delle ROM sarà possibile avviare i giochi che troverai nel relativo menu, sistemati in ordine alfabetico con tanto di copertina.

Clicca su un gioco e seleziona il Core da usare qualora ne avessi installato più di uno. Se tutto è andato per il verso giusto non ti resta che goderti il gioco scelto.

Nota bene: Le ROM non deve essere compresse.

Evitare lag e interruzione del gioco

Dal Menu Principale clicca su Aggiorna Online->Aggiorna GLSL Shader.

Avvia un gioco e clicca su F1 per aprire il menu, quindi seleziona la voce Shaders per attivarla. Vai su Carica Shaders Preset->Shaders GLSL per selezionarne uno, ad esempio CRT-GEOM che consiglio per PC meno potenti con schermi fino a 1920×1080 o. CRT_Royal per PC più potenti con schermi fino a 4K.

Dopo apri il menù Impostazioni e seleziona Latenza, dalla finestra che si aprirà dovrai assicurarti che la voce Sincronizzazione Forzata GPU ​sia disattivata.

Attiva Run Ahead Use Second Istance e imposta a “1” l’opzione Number of Frames to Run Ahead.
Con queste impostazioni riuscirai a ridurre al minimo I lag.

Segnalo inoltre la possibilità di installare RetroArch anche su Raspberry Pi, Xbox, Xbox One, Android, iPhone e Apple TV, PlayStation Vita / TV, PlayStation Portable, PlayStation 2/3/4, Nintendo Swith, Wii U, Wii, 3DS/2DS Family, Steam. È persino possibile provare l’emulatore da browser.

Ancora nessun voto
Please wait...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Diplomato in Informatica. Ho aperto questo spazio per poter scambiare informazioni di natura informatica, e per condividere applicazioni e software che ci aiutano ad usare al meglio i nostri pc smartphone e tablet.

Continua a Leggere
Advertisement
Commenti

Guide

[Come Fare] JW Library su computer Apple M1 con macOS Big Sur 11.4

Published

on

Nelle ultime presentazioni, Apple sta creando il suo ecosistema interfacciando le app  di iPhone e iPad con i propri computer mac.

Nell’attesa che l’app JW Library venga aggiornato dando la possibilità di installarlo sull’ultimo macOS, è stato trovato un metodo per poter provarlo in anteprima.

Sulla versione 11.3 di macOS era possibile installare l’app JW Library, estraendo il file d’installazione ipa dal nostro iPhone o iPad, tramite il software iMazing un’alternativa a iTunes.

Apple ha iniziato a bloccare l’installazione  della versione iOS delle applicazioni (denominate “side-loading”) che non sono “contrassegnate” con quel supporto a partire da MacOS 11.3 (e versioni successive). I proprietari del sito di JW Technical Help hanno creato una soluzione alternativa per installare JW Library su un Mac con il nuovo processore M1 con MacOS 11.4 (o successivo).

Il metodo seguente è stato testato su MacOS 11.4 e funziona a partire dal 21 giugno 2021.

Utilizzo AppDB

Puoi scaricare JW Library utilizzando un sito chiamato AppDB, che utilizza un metodo di installazione di applicazioni popolare/standard tra un metodo utilizzato nelle grandi aziende.

Per iniziare, sul tuo Macbook o iMac M1, apri un browser web e vai a: https://appdb.to/link

Clicca in alto a destra su Link a Device. Il collegamento di iPhone/iPad/iPod/Apple Silicon Mac ad appdb consente di installare app dispositivo con il browser. Proprio come in Google Play. Puoi anche controllare un altro dei tuoi dispositivi collegati nella stessa email.

Inserire la propria email e scaricare il profilo AppDB da installare sul proprio Mac. Cliccare su Permetti.

Verrà visualizzato un messaggio per l’installazione del profilo. Fare clic su questo messaggio per aprire l’app “Preferenze di sistema” (che si trova in “Applicazioni”).

Se non vedi questo messaggio, va bene, fai doppio clic sul file che è stato scaricato nella cartella Download chiamata “link_to_appdb.mobileconfig“.

Una volta che sei in “Preferenze di Sistema“, fai clic su “Profili“.

Noterai un profilo chiamato “appdb Device Link“. Fare clic sul pulsante “Installa” per completare l’installazione del profilo.

Al prompt, fare clic sul pulsante “Installa“.

Dovrai inserire la tua password MacOS locale per installare il profilo. Inserisci la tua password e clicca su “Iscriviti“.

Nota, questa “iscrizione” è temporanea e puoi disinstallarla in un secondo momento (vedi la procedura alla fine di questo articolo).

Una volta completata l’installazione del profilo, dovresti vedere una schermata simile a quella sotto che mostra che il profilo è stato installato ed è attivo.

Installazione app Rickpactor

Rickpactor è uno tool per installare app da appdb e le tue app da MyAppStore di appdb in modo assolutamente gratuito.

Apri il tuo browser web su: https://appdb.to/app/standalone/900000033

Fare clic sul collegamento verde denominato “appdb.to” per aprire/scaricare il software. Lo trovi a destra sotto la scritta “Download for free”.

Dopo averlo scaricato andate nella cartella Download e fate doppio-click sul file e seguite la procedura d’installazione (trascinate l’app nella cartella “Applicazioni“).

Se non avete Rosetta installata ti verrà chiesto di installarla. Vai avanti e fai clic sul pulsante “Installa” per continuare.

Una volta che Rickpactor è in esecuzione, lascialo aperto per ora.

Modificare le opzioni di Appdb

Successivamente, sul sito https://appdb.to, fai clic sul menu blu in alto (1), quindi fai clic su “Configura funzionalità” (2). Modificare l’opzione per “Forza installazioni di app (disabilita controlli di compatibilità)” su “” (3). Quindi, scorrere verso il basso.

Trova l’opzione “Disabilita controlli di protezione da revoca” e imposta su “” (1).

Infine, fai clic sul pulsante “Salva configurazione funzionalità” (2).

Creare un nuovo ID Apple da usare per Rickpactor

Il prossimo passo: Rickpactor deve utilizzare un ID Apple per scaricare il software e installarlo sul dispositivo M1. Consiglio di creare un ID Apple nuovo per questo scopo. (Non utilizzare il tuo ID Apple esistente anche se ne hai uno, per motivi di sicurezza).

Per creare un nuovo ID Apple separato per Rickpactor, usa un dispositivo iOS (es: iPhone o iPad) e:

Vai su Impostazioni -> Contatti -> Account -> Aggiungi account -> iCloud -> Scegli “Crea un nuovo ID Apple” nella parte inferiore. Dopo la creazione, imposta tutte le opzioni di sincronizzazione su “no“. Verrà mostrato come inattivo nell’elenco, il che è OK.

Annota questo ID Apple che hai creato e la sua password.

Successivamente, nell’area “Configura funzionalità” del sito web https://appdb.to, nella parte superiore, inserisci l’ID Apple e la password del tuo account appena creato, nella sezione “Rickpactor“.

Scorri verso il basso in questa pagina e procedi al passaggio successivo.

Quindi, scorri verso il basso nella sezione “Configura funzionalità” e fai clic sul pulsante “Salva configurazione funzionalità“.

Trovare l’app JW Library su Appdb

Ora sei pronto per installare l’app JW Library dal sito Web https://appdb.to.

Nella barra di ricerca del sito web, digita “JW Library” (1).

Fare clic sull’icona JW Library.

Nella pagina dell’app JW Library, fai clic sull’opzione “Installa” nell’area Download.

L’opzione “Installa” cambierà in “Richiesta“.

Potresti ricevere questo messaggio come mostrato nello screenshot. Vai avanti e fai clic sul pulsante “Ok“.

Probabilmente ti verrà chiesto il codice di autenticazione a due fattori (2fa) che verrà inviato tramite SMS al tuo dispositivo iOS che hai utilizzato per creare il tuo nuovo ID Apple. Inserisci quel codice e clicca su “Ok“.

Un messaggio che indica che l’installazione è stato messo in coda per il proprio dispositivo.

Fare clic sul pulsante “Ok” per continuare.

Fare clic sul pulsante del menu blu nella parte superiore e fare clic su “Visualizza stato dispositivo“.

Sotto l’area di stato del dispositivo, vedrai l’avvio del download di JW Library. Aspetta che finisca.

Una volta scaricato il file, fare clic sul collegamento blu “Installa tramite Rickpactor“.

Nell’app Rickpactor (che hai ancora in esecuzione in background), vedrai alcuni messaggi tra cui “Estrazione” e “Installazione“.

Probabilmente riceverai un messaggio di conferma che l’app è solo per il test, il che va bene.

Fare clic sul pulsante “Ok” per continuare.

Abilitazione esecuzione del programma

Se facciamo partire l’app JW Library comparirà un messaggio di errore o blocco, perché non è stato identificato lo sviluppatore e non ha i permessi dal sistema operativo. Bisogna concedere all’app le autorizzazioni per l’esecuzione. Apri le tue “Preferenze di Sistema” e scegli “Sicurezza e Privacy“.

Dopo aver cliccato su  sul pulsante “Apri comunque“, comparirà un messaggio.

Seleziona la casella “Fidati sempre delle app di questo sviluppatore” (1) e quindi fai clic sul pulsante “Apri” (2).

Ora JW Library è installato sul vostro mac ed è pronto per l’utilizzo. Andare su “Applicazioni” per avviarlo.

Come disinstallare il profilo AppDB

Dopo aver provato e testato che tutte le funzioni JW Library funzionino senza crash, potresti voler disinstallare il profilo AppDB per evitare problemi di sicurezza.

Per fare ciò, vai nelle tue “Preferenze di Sistema” e clicca su “Profili“.

Selezionare il profilo “appdb Device Link” (1) e fare clic sull’icona meno (2) per disinstallare il profilo.

 

Fare clic sull’opzione “Rimuovi“. Potrebbe essere richiesta la password del tuo computer locale.

Questo rimuoverà completamente il profilo AppDB dal tuo computer e “scollegherà” il tuo computer dal sito Web AppDB. JW Library sarà ancora in grado di funzionare senza questo collegamento.

Per chi ha un mac con processore intel può installare JW Library seguendo la guida su questo articolo Installare JW Library su Mac usando Bluestacks.

 

Fonte: JW Technical Help

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a Leggere

Android

Trasformare registrazioni audio/video in testo da iPhone o sistema Android

Published

on

Nel articolo  Come trascrivere in automatico in testo da una registrazione Audio/Video viene illustrato come farlo tramite il proprio computer.

In questa guida vi spiego come farlo direttamente sul vostro dispositivo mobile, iPhone o uno smartphone android tramite un app. La trovo una delle migliori sul web per una funzione che fa la differenza rispetto alle altre.

L’app è gratuita con funzioni limitate ( 1 minuto di trascrizione, No sleeping)

Per fare questo lavoro abbiamo bisogno dell’app: Voice Notebook – audio to text

L’applicazione consente l’input vocale continuo e la trascrizione di file audio.

INPUT VOCALE

Sono possibili l’editing vocale e la correzione del test senza interrompere la dettatura. Il testo trascritto dal vocale può essere salvato in un file o inviato a un altro programma. I file delle note possono essere salvati nella cartella sul dispositivo e disponibili per gli utenti. L’elenco delle note vocali può essere ordinato per data o in ordine alfabetico.

TRASCRIZIONE FILE AUDIO

Quando si traducono file audio in testo, è possibile inserire timestamp e la trascrizione risultante può essere tradotta nel formato dei sottotitoli di Youtube. Una modalità di ascolto con evidenziazione dei time-stamp delle frasi parlate è fornita per correggere la trascrizione risultante.

Per la maggior parte dei dispositivi (non molto vecchi) la trascrizione di file audio e la sintesi vocale possono essere eseguite anche in modalità offline (senza Internet).

La dark mode è supportata.

La modalità Premium rimuoverà gli annunci nella schermata Voce, abilitando l’interruttore “No sleeping” (schermata di blocco automatico). Inoltre verrà rimosso il limite di tempo per la lunghezza dei file di trascrizione.

La funzione NO SLEEPING permette di trascrivere il file audio anche con lunghe pause. Di solito altre app e software di trascrizione, quando la pausa è lunga si ferma la trascrizione. Una vera chicca!

 

TRASCRIZIONE FILE AUDIO DA MESSAGGI VOCALI WHATSAPP

Per fare la trascrizione di un messaggio vocale di whatsapp, dobbiamo salvare il file sul nostro dispositivo. Per salvarlo dobbiamo fare tap sul messaggio e verrà mostrato un menù. Scegliere Inoltra e comparirà l‘icona di condivisione. Dopo scegliere l’ app File su iPhone o un app manager su sistemi android.

Aprire Voice Notebook e fare tap nella sezione Audio e sul simbolo +. Si aprirà il File manager del nostro dispositivo e prendere il file memorizzato e lo troveremo in lista. Cliccare sul file e premere Play in basso al centro dello schermo. In questo modo partirà l’audio e l’app trascriverà.

 

TRASCRIZIONE FILE AUDIO DA MEMO VOCALI (IPHONE)

Per fare la trascrizione di una registrazione audio dall’app Memo Vocali, dobbiamo salvare il file nell’app File. Per salvarlo dobbiamo fare tap sul file e verrà mostrato in basso al file alcune funzioni. Scegliere i tre puntini …  e fare tap su Salva su File.

Aprire Voice Notebook e fare tap nella sezione Audio e sul simbolo +. Si aprirà il File manager del nostro dispositivo e prendere il file memorizzato e lo troveremo in lista. Cliccare sul file e premere Play in basso al centro dello schermo. In questo modo partirà l’audio e l’app trascriverà.

TRASCRIZIONE QUALSIASI FILE AUDIO/VIDEO

Per fare la trascrizione di qualsiasi file audio o video dobbiamo sempre salvarlo nel nostro smartphone e poi aprirlo dall’app Voice Notebook e seguire lo stesso procedimento della seconda parte della trascrizione dei memo vocali e messaggi vocali di whatsapp.

 

Sicuramente con questa app riuscirete ad avere la trascrizione di qualsiasi audio o video senza intoppi.

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a Leggere

App

[Torrent] Scaricare file direttamente su iPhone

Published

on

Attualmente scaricare file con il sistema Torrent direttamente su iPhone non è possibile. Questo perché i file Torrent possono essere file protetti da copyright. Apple ha bandito tutte le app torrent dal suo negozio online. Ufficialmente, non sei in grado di scaricare alcun file torrent sul tuo dispositivo iOS.

Scaricare file Torrent su iPhone è legale?

Assolutamente sì. L’atto di scaricare file Torrent è un’azione legale: il problema è legato al contenuto dei file. Ad esempio, possiamo scaricare film e serie TV in Italia solo se possediamo già un supporto, fisico o digitale, con il contenuto.

In generale, scaricare file protetti da copyright non è un’azione legale: il vostro ISP, o provider di servizi, sa cosa scaricate, specialmente se non proteggete il vostro traffico attraverso la rete TOR o una VPN. In altri paesi la pirateria viene combattuta molto duramente, e ci sono multe salate per chi scarica contenuti protetti da copyright.

Se utilizzate la rete e scaricate file Torrent con contenuti non coperti da copyright, allora tutto è perfettamente legale, e non dovrete preoccuparvi di nulla.

Servizi web per scaricare file Torrent su iPhone

Su internet ci sono vari servizi per poter scaricare file sul proprio iPhone. Ve ne elenco alcuni:

Quello che useremo noi è Seedr, che consente di scaricare gratuitamente i file torrent: c’è bisogno di registrarsi sul sito per scaricare file con dimensioni di 2.00GB.

Basta copiare i link Torrent di tipo magnet all’interno dei campi di questi servizi web: il sito scaricherà il torrent per noi, e noi avremo un link per il download diretto di questi file.

Se non riuscite a scaricare il link magnet dal browser safari potete farlo usando l’app Documents

‎Documents di Readdle
‎Documents di Readdle
Developer: Readdle Inc.
Price: Free+

Aprite Documents e cliccate sull’icona in basso a destra.

 

Inserite l’indirizzo web del sito dei torrent e cercate il file d’interesse. Poi fate tap tenendo premuto sull’icona della calamita del file da scaricare e copiate il link.

Incollate il link su Seedr.cc facendo tap su ‘+’ e inizierà a scaricare il file sul server. Poiché avviene in background, non è necessaria alcuna interferenza dell’utente. È possibile chiudere la finestra del browser e fare altre cose in attesa che il processo sia terminato.

Dopo aver scaricato il file fate tap alla freccetta e comparirà un menu. Fate ta su ‘Download’. Ora potete scegliere se salvare nel vostro iPhone, iCloud Drive o su qualche altro drive virtuale. E dopo che il file è pronto, puoi aprirlo utilizzando l’applicazione predefinita.

 

 

 

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Continua a Leggere

Articoli recenti

Seguici

Newsletter

Trending

Utilizzando questo sito web acconsenti di accettare la nostra Privacy Policy and Cookie Policy